ISTINTO E ARCHETIPI IN TEMPI “APOCALITTICI”. Nuova data!!! Ci troveremo mercoledì 12 dicembre 2012  alle 20.15 in via D’Oggiono 4, Milano. Prenotarsi ad  andrea.arrighi@tiscali.it  o contattarmi al 329 2921893 Vedremo  “The Road” di J. Hillcoat, tratto dall’omonimo romanzo di McCarty.
(a cura di Andrea Arrighi e Mario Mapelli)

Per informazioni su altri Seminari aperti di pratiche filosofiche a Milano: www.scuolaphilo.it

Sempre più spesso l’aggettivo “apocalittico” viene utilizzato per descrivere eventi come i danni del maltempo in Liguria, la crisi dei mercati finanziari, Fukushima ed altro ancora. Una apocalisse nel senso letterale del termine non si è ancora verificata, ovviamente, ma sembra un sentimento comune presso uomini e donne contemporanei di cultura non solo occidentale. Il cinema da sempre anticipa o registra fedelmente e suggestivamente vissuti ragionevoli o meno della popolazione di ogni luogo. Il nostro intento è proporre tre film che raccontino in modo diverso differenti “apocalissi” possibili. E, soprattutto, come l’istinto e gli archetipi, considerati secondo la psicologia analitica di Jung, ma non solo, sembrano mostrarsi più chiaramente come aiuto di fronte a situazioni traumatiche, che non sono la realizzazione dell’apocalisse, ma ne evocano la rappresentazione e sentimenti ad essa relativi. I film che riteniamo più adeguati a rappresentare situazioni dove l’istinto affronta situazioni “apocalittiche” sono: “La zona” ( Di R. Pla, Messico, Spagna, 2007), dove il mondo esterno a sè è vissuto come troppo pericoloso e l’unico obiettivo appare rinchiudersi in villette/condominio difese da mura impenetrabili e guardiani spietati; “Blade runner”( di R. Scott, USA, 1982) dove l’apocalisse sembra alle porte e c’è un invito pubblicitario esplicito a fuggire su altri pianeti per rifarsi una vita, lasciandosi alle spalle metropoli piovose, pericolose e decadenti in tutti i sensi; “The road” (di J. Hillcoat, USA, 2009, tratto dal romanzo di C. McCarthy). Qui una sorta di apocalisse è già avvenuta e un padre con un figlio cercano di sopravvivere, vivendo alla giornata e scoprendo cosa rimane di, valori, istinti e archetipi.

 

 

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *